Inicio ⁄ Giornata Mondiale della Gioventù Rio 2013 ⁄ Storia di GMG

Storia di GMG

Tutto è iniziato con un incontro voluto da Giovanni Paolo II nel 1984. E’ stato un incontro d’amore voluto da Dio e accolto dai giovani. Le voci avevano bisogno di essere ascoltate e un cuore era aperto a riceverle. Con la GMG Giornata Mondiale della Gioventù, così chiamata dopo il 1985, il mondo continua a mostrare segni di una fede viva, una trasformazione, mostrando il volto di Cristo in ogni giovane. Circa 300 mila giovani sono stati al primo incontro con il Santo Padre in Piazza San Pietro, quando egli ha istituito il Giorno della Croce Pellegrina.

A questo seguirono altri incontri di Papa Giovanni Paolo II con i giovani: a Roma (1986 - Diocesano), a Buenos Aires (Argentina - 1987), a Santiago de Compostela (Spagna - 1989), a Czestochowa (Polonia 1991), a Denver (USA - 1993), a Manila (Filippine - 1995), a Parigi (Francia - 1997), nuovamente a Roma (Italia - 2000) e a Toronto (Canada - 2002). Continuarono con Benedetto XVI a Colonia (Germania - 2005), a Sydney (Australia - 2008) e a Madrid (Spagna - 2011).

Le città che hanno ospitato l’incontro hanno brillato di un colore diverso. Migliaia di nazionalità, genti diverse tra loro e tuttavia in comunione. Tutto ciò che può sembrare un ostacolo, come le diverse lingue e culture ad esempio, diventa attraente in una GMG. Oltre al fascino di visitare un altro paese, la GMG richiede un corpo preparato per il pellegrinaggio e un cuore puro aperto a ricevere le cose meravigliose che Dio ha in serbo per ognuno di noi.

Catechesi, testimonianze, esperienze, esempi di carità nella Chiesa, festival musicali e attività culturali. Infine, l'incontro dei cuori dei credenti mossi dalla stessa fede e dalla speranza che la fraternità nella diversità è possibile.